FENDER Jazz Bass Am. Pro. 5 corde

DATI TECNICI:

Scala: 34" , 20 tasti
Manico: Acero
Corpo: Ontano
Tastiera: Acero
Pick-up: Fender single-coils
Elettronica: passiva, 2 volumi e tono
Ponte: Fender Hi-Mass Vintage
Meccaniche: Fender




IMPRESSIONI:
La serie American Professional rappresenta la linea “standard” made in USA, ed ha sostituito la precedente American Standard. Si tratta del classico Jazz Bass passivo. Tuttavia anche questa serie nel tempo ha ricevuto degli affinamenti per renderla più attuale pur senza stravolgerne mai il DNA “classico” del Fender Jazz passivo.
Il modello oggetto della prova è la versione a 5 corde. L’esemplare, di colore nero, presenta il corpo in ontano con manico e tastiera in acero.
Il manico ha un profilo a C e presenta all’interno due barre di grafite di rinforzo.  La tastiera ha un radius classico di 9.5”, 20 tasti. Questi ultimi hanno un profilo più sottile rispetto ai classici “medium jumbo” usati in passato. Il capotasto è in osso.
Il ponte è il cosiddetto “Hi-Mass Vintage”, di fatto il “lamierino” classico rivisto per aumentarne la massa e la stabilità delle sellette. Un ponte semplice ma comunque efficace, con possibilità di montare le corde anche attraverso il corpo.
Meccaniche tradizionali Fender, disposizione quattro più uno con abbassacorda per tutte le corde ad eccezione del low B.
La parte elettronica vede due pick-ups single-coils progettati da Michael Bump che presentano la particolarità di utilizzare Alnico 5 per le corde più acute e Alnico 2 per le corde più gravi.
L’elettronica è la classica 2 volumi più tono.
Alla prova del suono ci si ritrova il familiare suono del Jazz Bass senza grosse sorprese. Il low B nell’esemplare provato era assolutamente convincente. Suonabilità buona su tutto il manico, con la tipica ergonomia del Fender Jazz Bass.


Data recensione: 2019